fbpx
Spread the love
Forno

Pulire il forno è un po 'come andare dal dentista. Pochi di noi aspettano con impazienza l'esperienza (e alcuni di noi lo detestano apertamente), ma spesso, è il pensiero della pulizia che è peggio della pulizia stessa.

Con le giuste conoscenze e gli strumenti di base, la pulizia del forno non deve essere un compito opprimente, mentalmente o nella realtà.

Quanto spesso devo pulire il mio forno?

Ci sono tre segni rivelatori che potrebbe essere il momento di pulire il forno. Il primo: l’ aspetto generale. Noti crosta o residui sul fondo? La porta è ricoperta o schizzata di grasso o sporcizia? Numero due: odore. Quando accendi il forno, nasce un odore distinto? Catturare un' odore puzzolente prima di aver cucinato qualcosa significa che all'interno è presente grasso, sporco o cibo. E infine: fumo. Un forno pulito non dovrebbe bruciare, quindi anche questo può significare un accumulo.

La frequenza con cui usi il forno influirà sulla frequenza con cui dovresti pulirlo. Per gli avidi cuochi e fornai che fanno affidamento regolarmente su di esso, una regola generale è di strofinarlo una volta ogni tre mesi. Se accendi raramente il forno (ad esempio, solo un paio di volte al mese), pulirlo circa una o due volte l'anno dovrebbe essere sufficiente. Ovviamente presta attenzione ai segni sopra elencati e se succede qualcosa, non trattenere una pulizia solo perché non è passato molto tempo dall'ultima.

Perché è importante un forno pulito?

Anche se non è certamente un compito affascinante - e può facilmente essere una cosa "lontano dagli occhi, lontano dalla mente" - pulire regolarmente il forno migliora la qualità del cibo che cuoci dentro.

Gli aromi di qualsiasi grasso o sporco incollati potrebbero influenzare il piatto che stai cucinando.

È stato detto abbastanza.

Posso usare la funzione di pulizia automatica?

L'auto-pulizia può essere uno strumento utile se, e solo se, il tuo forno è moderatamente sporco.

Quando si preme il pulsante di pulizia automatica, il forno si blocca e raggiunge una temperatura elevata fino a 550 gradi. Questo calore aiuta a sciogliere e rimuovere il grasso e lo sporco, ma se si dispone di una grande quantità di accumulo sul fondo, può ritorcersi contro e fumare e, in alcuni casi, accendere un fuoco.

Se sono passati molti mesi da quando hai dato un tocco di eleganza al tuo forno ed è schizzato di cibo incrostato o altri pezzi discutibili, per motivi di sicurezza, dovresti rimboccarti le maniche e fare l'atto da solo.

Se decidi di eseguire l'autopulizia, ti consigliamo di rimuovere prima gli ingranaggi e pulirli tu stesso (vedi sotto per le istruzioni). Il ciclo di autopulizia dura circa due ore (il tempo esatto può variare in base al tipo di forno) e dovresti rimanere a casa mentre fa il suo lavoro, nel caso in cui qualcosa vada storto. Quando sarà finita, vedrai una cenere bianca sul fondo che dovrai rimuovere una volta che il forno si sarà raffreddato.

Di quali materiali ho bisogno per pulire il mio forno?

Un detergente di qualità : hai diverse opzioni qui.

Detergente per forno acquistato in negozio: questo è il processo più semplice e veloce e rimuove grandi quantità di grasso e sporcizia. L'avvertenza: il detergente per forno può essere piuttosto caustico, quindi se sei sensibile alle sostanze chimiche aggressive o preferisci un approccio completamente naturale, potresti scegliere l'opzione 2 o 3.

Bicarbonato di sodio, acqua, aceto e un flacone spray: questo metodo fai-da-te è buono se hai molti accumuli. Farai una pasta con bicarbonato di sodio e acqua che dovrà riposare per 10-12 ore (o durante la notte), quindi assicurati di ritagliarti abbastanza tempo.

Limoni (2) e acqua. Un'altra opzione fai da te che richiede circa 1-2 ore; buono se il tuo forno è solo leggermente sporco e le tue griglie non hanno bisogno di una pulizia.

Guanti in gomma per la pulizia : non utilizzare guanti monouso. Ciò è particolarmente importante se si sceglie l'opzione 1, poiché si desidera una barriera resistente tra la pelle e il detergente.

Occhiali protettivi di sicurezza:  per proteggere gli occhi dall'aspirapolvere. Non ti serviranno con le opzioni 2 o 3.

Vecchi giornali o tovaglioli di carta:  per tamponare il pavimento attorno al forno, nel caso in cui qualcosa goccioli fuori durante la pulizia.

Straccio (i) inumidito (i):  per rimuovere lo sporco una volta applicato il detergente. Potresti averne bisogno più di uno se il tuo forno è particolarmente sporco.

Spugna in microfibra (opzionale):  utile se stai affrontando molti accumuli.

Grande sacco della spazzatura di plastica: ti servirà per pulire le griglie del forno con l'opzione 1.

Come pulire il forno con i prodotti per la pulizia acquistati in negozio

Rimuovi tutto dal forno: griglie, teglia per pizza, termometro, ecc.

Stendi giornali o salviette di carta sul pavimento sotto il forno.

Indossa i guanti e gli occhiali di sicurezza. Spruzza il detergente per forno intorno all'interno del forno, coprendo la parte posteriore, i lati, il fondo, la parte superiore, la porta, gli angoli e le fessure. Se hai un forno elettrico, non spruzzare sulle resistenze; invece, sollevali semplicemente e spruzza sotto. Se hai un forno a gas, non spruzzare da dove passa il gas. Chiudi il forno quando hai finito.

Lascia agire lo spray per il tempo indicato sull'etichetta (la maggior parte dei detergenti avrà bisogno di circa 20-30 minuti).

Nel frattempo portate fuori le griglie del forno, spruzzatele con il detergente e mettetele in un grande sacchetto di plastica. O legare o chiudere la parte superiore. Lasciare i rack fuori nella borsa per il tempo indicato sull'etichetta di pulizia.

Trascorso il tempo opportuno, prendi uno straccio umido, apri il forno e pulisci tutte le superfici. Se ci sono punti più appiccicosi, utilizzare una pomice abrasiva umida, una spugna in microfibra o un altro strumento abrasivo per rimuovere tutto lo sporco. Assicurati di colpire davvero ogni crepa e fessura in modo da non lasciare tracce di sporco o detergente dietro.

Rimuovi le griglie e sciacquale nel lavandino con acqua calda e sapone. Ancora una volta, usa una pietra pomice, una spugna o un altro strumento abrasivo secondo necessità su eventuali pezzi incrostati. Asciugare le griglie e rimetterle in forno.

Hai finito!

Come pulire il forno con bicarbonato di sodio e aceto

Rimuovi tutto dal forno: griglie, teglia per pizza, termometro, ecc.

Stendi giornali o salviette di carta sul pavimento sotto il forno.

Prendi una piccola ciotola e mescola 1/2 tazza di bicarbonato di sodio con 2-3 cucchiai d'acqua. Modifica il rapporto fino ad ottenere una pasta spalmabile.

Indossa i guanti e, usando le dita, spalma la pasta all'interno del forno, coprendo la parte posteriore, i lati, il fondo, la parte superiore, la porta, gli angoli e le fessure. Se hai un forno elettrico, non mettere pasta sugli elementi riscaldanti. Se hai un forno a gas, non mettere la pasta dove passa il gas. Chiudi il forno quando hai finito.

Lasciare riposare la pasta per 10-12 ore o durante la notte.

Nel frattempo, posiziona i rack nel lavello della cucina (o nella vasca da bagno, se hai rack extra large). Cospargere il bicarbonato di sodio sulle griglie e poi versarvi sopra l'aceto. Questa combinazione farà schiuma. Quando la formazione di schiuma si ferma, collega il lavandino o la vasca e fai scorrere l'acqua calda fino a coprire completamente le griglie.

Lasciare riposare i rack per 10-12 ore o durante la notte.

Dopo 10-12 ore, rimettiti i guanti e, prendendo uno straccio umido, apri il forno e pulisci tutte le superfici. Se ci sono punti appiccicosi, usa una pomice abrasiva umida, una spugna in microfibra o un altro strumento abrasivo per rimuovere tutto lo sporco.

Se ci sono pezzi di pasta che non si staccano facilmente, metti un po 'di aceto in un flacone spray e spruzzalo sui pezzi. L'aceto reagirà con il bicarbonato di sodio e la schiuma. Prendi di nuovo il panno umido e rimuovi tutta la schiuma.

Rimuovere le griglie dall'acqua e strofinare con uno straccio fino a quando tutto il grasso e lo sporco saranno spariti. Usa la pomice o la spugna in microfibra sui punti difficili.

Asciugare le griglie e rimetterle in forno.

Hai finito!

Come pulire il forno con i limoni

Riempi d'acqua una ciotola di medie dimensioni adatta al forno. Tagliate a metà due limoni e metteteli nella ciotola.

Riscalda il forno a 250 gradi.

Una volta riscaldato, posiziona il boccale all'interno su una delle griglie. Lasciar riposare per un'ora.

Dopo un'ora spegnete il forno, aprite la porta e lasciate raffreddare leggermente.

Mentre il forno è ancora caldo (ma abbastanza freddo da poter toccare l'interno senza scottarsi), indossare i guanti, prendere un panno umido e pulire tutte le superfici, inclusi retro, lati, fondo, parte superiore, porta, angoli e fessure. Se necessario, utilizzare una pomice abrasiva umida, una spugna in microfibra o un altro strumento abrasivo per individuare eventuali punti appiccicosi. Assicurati di pulire accuratamente in modo da rimuovere tutto il grasso e lo sporco.

Hai finito!

Preventivo Online